- Liste civiche e di partito da noi

Categoria: Firme

Lutetia al blog - Non sono molto esperta, anzi non lo sono ma dopo aver letto la ricerca su

Conegliano sulla quale spero di ritornare avendo trovato argomenti interessanti, ho l’impressione che le liste Civiche vengano ad assumere oggi significati diversi da allora. Le civiche cui alle ultime elezioni provinciali, ad esempio, non sono state fatte dal PDL e Lega per nascondere uomini di partito ma per non  perdere voti di chi non condivideva la linea ufficiale dei 2 partiti divisi al loro interno: avevano quindi precise connotazioni politiche. Sbaglio? L’altro giorno leggevo in treno che il PDL stava prendendo in considerazione di fare tutte liste civiche al fine di non dare un valore politico alla consultazione amministrativa, data appunto la presunta perdita di consensi dopo l’abbandono del governo Berlusconi.

Voi avete posto più volte il problema di una Unione dei Comuni per dare aria ai comuni chiusi in perimetri ristretti. Senza entrare nel merito di questa proposta, varie civiche nei vari comuni aiuterebbe quella soluzione o no? A presto 24.02.2012

E’ vero quello che dice circa la natura delle civiche oggi e alcune, come allora, servono, a irrobustire la coalizione cui fanno parte e non disperdere i consensi del leader: se a Conegliano Zambon dovesse fare la sua civica sarebbe per trascinare i suoi consensi popolari verso un altro nominativo a Sindaco. Diversa è la natura della civica di San Pietro che è stata costruita, vive e vegeta su un elettorato suo, costruito nel tempo con, tutto sommato, una buona Amministrazione: se facesse anche un po’ di politica fuori dal territorio e per una Unione dei Comuni farebbe cosa giusta e ne avrebbe la necessaria credibilità. Ma non ne hanno voglia ne interesse.CW - Opact