Perché i grillini non sono finiti

Molti pensano che i grillini siano finiti. È un grave errore. Il grillismo ha preso il potere e non ha saputo governare, però è espressione del disagio di questa società e vi ha radici.

Francesco Alberoni - 11/10/2020 ilgiornale.it lett2’

Molti pensano che i grillini siano finiti. È un grave errore. Il grillismo ha preso il potere e non ha saputo governare, però è espressione del disagio di questa società e vi ha radici.

Ha un'ideologia che fa presa, una forte leadership che più di tutti gli altri movimenti (Podemos, Pirati, Momentum) ha dato voce a idee, tensioni e sogni diffusi in tutto l'Occidente. È germinato nei giovani che vedevano nel web un meraviglioso strumento di comunicazione e libertà, nel mondo dei no global che rifiuta il capitalismo, fra gli ecologisti e i teorici della decrescita felice, fra i sognatori della democrazia diretta, infine in tutti gli arrabbiati e i malcontenti. Ma è stato un genio visionario, Roberto Casaleggio, a dargli struttura ideologica e organizzativa.

Egli aveva previsto una guerra mondiale che avrebbe portato alla morte sette miliardi di uomini. I sopravvissuti, grazie ai computer, si sarebbero autogovernati senza Stato e senza Parlamento, facendosi le leggi da soli, in armonia con la natura e creando Gaia, la terra felice. Casaleggio era convinto che l'epoca della parola scritta e stampata fosse finita e che fosse subentrata l'era del web. Poi ha convertito al suo credo un potente tribuno come Grillo, creando il Movimento Cinque Stelle che, ignorato, non capito dalla stampa e dai politici, ha preso il potere. Dopo diversi anni il movimento sta istituzionalizzandosi diventando partito. Oggi una parte del movimento vorrebbe restare nella fase fluida, nascente, ma è impossibile. Il Movimento diventa sempre istituzione (vedere mio libro Movimento e Istituzione del 2014), quindi vincerà il partito. È vero che molti parlamentari e molti ministri grillini hanno deluso l'elettorato, però faranno di tutto per restare stabilmente al potere. Resta poi un nucleo duro di militanti che tiene viva l'ideologia anticapitalistica, populista e assistenzialista che può sempre raccogliere consensi in una popolazione impoverita. Finché l'economia italiana avrà problemi, finché crescerà l'informatizzazione e la partecipazione sul web, ci sarà sempre spazio per la mentalità grillina.

Solo gli utenti registrati possono commentare gli articoli

Per accedere all'area riservata