Scuola, risultati test Invalsi 2019: uno studente su tre alle medie non capisce un testo di italiano

La comprensione di un testo di italiano è un problema per il 35% degli studenti di terza media. Difficoltà anche per i maturandi: alle superiori, ha risultati molto bassi ben il 13% del totale dei maturandi, quota che supera il 20% in Campania.

10.7.2019 www.italiaoggi.it

E' quanto emerge dai risultati dei test Invalsi 2019, presentati oggi a Montecitorio

Allarme scuola: per il 35% degli studenti di terza media la comprensione di un testo di italiano è un problema. Difficoltà anche per i maturandi: alle superiori, ha risultati molto bassi ben il 13% del totale dei maturandi, quota che supera il 20% in Campania. E' quanto emerge dai risultati dei test Invalsi 2019, presentati oggi alla Camera dei deputati. Il livello di istruzione degli studenti italiani, insomma, lascia molto a desiderare, in particolare al Sud, dalle elementari e fino all'ultimo anno delle superiori. Cosa che, ammette il ministro Bussetti, desta "innegabili motivi di preoccupazione". "Come ministero siamo convinti dell'importanza della valutazione standardizzata degli apprendimenti, che però si deve integrare e affiancare all'insostituibile ruolo della valutazione dei docenti. Dobbiamo portare avanti la valutazione delle attitudini mettendo al centro gli studenti e le loro potenzialità. La scuola deve formare individui autonomi e liberi, cittadini responsabili e consapevoli", ha aggiunto il ministro. Le rilevazioni degli apprendimenti dell'Invalsi sono state fatte nelle classi II e V delle elementari, nella classe III della scuola secondaria di primo grado e nelle classi II e V della scuola secondaria di secondo grado. A livello nazionale, gli allievi dell'ultimo anno della scuola secondaria di secondo grado che raggiungono risultati molto bassi in Italiano sono circa il 13% del totale, ma questa quota supera il 20% in Campania, Basilicata e Sicilia, per arrivare al 25% in Calabria. I dati dicono inoltre che in alcune regioni del Mezzogiorno (in particolare Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna) c'è un maggior numero di allievi con livelli di risultati molto bassi, soprattutto in Matematica e Inglese. Alle medie, circa il 35% dei ragazzini di terza ha problemi col testo scritto in italiano. In Sicilia, Sardegna e Campania, ha difficoltà ben il 40% degli alunni, in Calabria il 50%. A livello nazionale, per quanto riguarda le altre materie il 61,33% raggiunge risultati adeguati in matematica, il 77,58% in inglese reading e il 59,94% in inglese listening. Rispetto il 2018 si riscontra un leggero miglioramento degli esiti complessivi.  scuola le ragazze tendono a essere più brave nelle materie linguistiche, mentre i ragazzi in Matematica. In quinta elementare le femmine superano i maschi di ben 9 punti in Italiano, mentre in Matematica i maschi hanno un punteggio più alto di 6 punti. In Inglese, sia nell'ascolto che nella lettura, le bambine conseguono un risultato migliore, superando i bambini di 4 punti nel primo caso e di 6 punti nel secondo. In terza media, la differenza tra maschi e femmine si attesta a 9 punti in Italiano e a 3 punti in Matematica, a vantaggio nel primo caso delle femmine e nel secondo dei maschi. In Inglese, come già in quinta primaria, le femmine ottengono un punteggio più alto dei maschi di 7 punti nella prova di ascolto e di 8 nella prova di lettura. Durante il quinto anno di superiori, in tutte le tipologie di scuola, i maschi continuano a ottenere un risultato significativamente migliore di quello delle femmine in Matematica. Tuttavia il rapporto evidenzia come, in Italiano e nelle due prove d'Inglese le differenze diminuiscano, rilevando risultati non statisticamente significativi

Solo gli utenti registrati possono commentare gli articoli

Per accedere all'area riservata