Mediaset e Telecom saranno i prossimi bocconi tricolore

Sono lì, sul tavolo, Mediaset e Telecom, i due bocconi tricolore in attesa di essere mangiati da qualche straniero buongustaio. Com'è avvenuto (ma la lista è lunga) con la Pirelli, ingurgitata da ChemChina, e, da ultimo, con la De Tomaso, finita in bocca alla cinese Ideal Time Venture Limited

Renzi alla Borsa di Milano dice che "il capitalismo di relazione è morto"

Il premier chiede alle società quotate un cambiamento di mentalità e maggiore trasparenza. E sul jobs act rivendica: "Lo rifarei ancora"

Attenzione ai vostri risparmi. Le banche sono luoghi sempre meno sicuri, per i capitali

È quanto prevede la direttiva europea Banking recovery and resolution (2014/59/Ue) entrata in vigore dal 1° gennaio 2014, anche se in Italia gran parte delle norme necessarie al suo recepimento è contenuta in un decreto legislativo ancora all’esame del parlamento (che prevede peraltro la necessità di ulteriori decreti attuativi).

Quanto avranno di pensione i giovani d’oggi? Il rapporto Brambilla sul sistema

previdenziale italiano induce all’ottimismo, a patto che le stime di crescita e inflazione siano corrette. Ma le generazioni più giovani non sono penalizzate tanto nella generosità delle pensioni, quanto dal fatto che le riceveranno per molti meno anni.

La Consulta e legge Fornero al cimitero. Luci (poche) e ombre (tante)

 di una sentenza choc della Corte. Si nega che “emerga dal disegno complessivo la necessaria prevalenza delle esigenze finanziarie sui diritti oggetto di bilanciamento

La verità, vi prego, sul lavoro. Perché l’Istat smentisce di nuovo il governo

sulla disoccupazione. . Certo, Poletti quei numeri non se li è inventati, così come il centro studi Nomisma che prevede nel 2015 centomila posti nuovi di zecca. Chi ha ragione?

Governo latitante su tagli della spesa e privatizzazioni

La verità è che, a tutt'oggi, il merito del miglioramento dei conti pubblici va interamente al calo della spesa per interessi, che è stato di 0,3 punti percentuali di pil negli ultimi 12 mesi, accelerando soprattutto dopo gli aiuti alla liquidità varati dalla Bce

Anche il marchio De Tomaso diventa cinese, Ideal la spunta sulla cordata italiana

La cinese Ideal si è aggiudicata il marchio De Tomaso per un milione e 50 mila euro.

L'asta si è conclusa al Tribunale di Torino.

Per accedere all'area riservata