Il segreto dell'ubiquità di Salvini: i voli della Polizia

Il ministro dell'Interno ha usato decine di volte aerei della PS per spostarsi su e giù per l'Italia. Formalmente per appuntamenti istituzionali, che spesso diventano l'occasione per comizi.

15.5.2019 www.lettera43.it

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini ha totalizzato 211 manifestazioni elettorali in quattro mesi, spesso muovendosi (lecitamente) con aerei della Polizia. È quanto risulta dalla seconda parte di un'inchiesta di Repubblica che sta facendo le pulci al leader della Lega.

«La chiave del segreto del Capitano Volante è nel giubbotto da pilota che indossa pure in Parlamento: sul petto c’è la sagoma di un bimotore della Polizia», scrive Gianluca di Feo, «ai tratta di uno splendido Piaggio P-180, chiamato “la Ferrari dei cieli”, con arredi di lusso e sette poltrone in pelle. La Polizia possiede tre di questi turboelica vip, che toccano i 750 chilometri orari e atterrano su piste minori, grazie ai quali il ministro può arrivare ovunque. Per bruciare le tappe, poi, ci sono gli elicotteri, sempre della Polizia».

I TOUR DE FORCE VOLANTI

Il quotidiano continua poi col descrivere uno spostamento-tipo del ministro, abile a coniugare per esempio una cerimonia antimafia a Platì con un comizio a Catanzaro, seguito da un incontro in prefettura a Napoli per il ferimento della piccola Noemi e successivamente dalla partecipazione all'adunata degli Alpini a Milano. «Formalmente questa missione su e giù per l’Italia è lecita, perché viene ancorata a un impegno istituzionale, incastonato in una processione di eventi propagandistici», spiega il quotidiano, «così lo Stato si fa carico sia degli spostamenti del leader di partito che di quelli del ministro, ruoli sempre più confusi e sempre più opachi». Capire quante volte Salvini abbia impiegato la squadriglia del Viminale è quasi impossibile. Repubblica ha individuato una ventina di trasferimenti alati grazie a Flightradar24, il sito che monitora il traffico aereo civile e soltanto in parte quello dei velivoli statali.

TRA I 2 E 3 MILA EURO L'ORA

«Difficile stabilire il costo per i contribuenti delle sue trasvolate. Sul mercato privato il P-180 viene noleggiato per 4-5 mila euro l’ora ma nel caso della flotta statale la spesa è circa la metà», conclude l'articolo, «bisogna precisare che Salvini, per soddisfare la sua maratona continua, usa anche jet di linea e treni. Rispetto agli altri ministri, però, è l’unico ad avere una squadriglia praticamente ai suoi ordini. Può sfruttarla forzando le regole e agganciando litanie di eventi di partito a un singolo appuntamento istituzionale».

15 maggio 2019

Solo gli utenti registrati possono commentare gli articoli

Per accedere all'area riservata