Cosa bolle per Bolloré. Un po’ salvatore, un po’ Murdoch europeo

 Perché il capo di Vivendi è finito al centro del risiko italiano. ecco il magnate che riuscirà a contrastare Rupert Murdoch in Europa realizzando il progetto che da un quarto di secolo è solo un sogno: la convergenza tra contenitori e contenuti, tra tv, internet, editoria, cinema e telecomunicazioni, tra nuovi e vecchi media, tra pubblicità e finanza.

di Stefano Cingolani | 16 Aprile 2015 ore 12:46 Foglio

Da Hillary a Soros, quell’aristocrazia venale ancora stregata da Piketty

La potenza consolatoria della lotta alla inequality, il dibattito patinato che piace ai liberal e scansa il Capitale

Che cosa c'è dietro alla multa che l'Europa vuole far pagare a Google

La sanzione pecuniaria — quella che potrebbe essere la più alta della storia, superando le ammende inflitte a Microsoft e Intel — non sarà immediata. Google avrà 10 settimane per rispondere alle accuse della Commissione. Appare più come una scelta motivata da ragioni politiche che da considerazioni di Antitrust.

È ora di separare le coop da ciò che non lo è più

Le coop hanno incominciato la politica dello struzzo nel 2004, quando l'Unipol guidata da Giovanni Consorte tentò la scalata alla Banca nazionale del lavoro. E si appoggiò per l'operazione ai cosiddetti amici del quartierino (Fiorani, Fazio).

Il renziano Guerra: "Sulla banda larga sto perdendo 6-0"

Il supermanager in servizio a Palazzo Chigi sulla partita della banda larga, sul rapporto con il premier, sui "rompiscatole necessari" e i suoi progetti per il 2016

Un Def di panna montata per mascherare i problemi

Il Def è un documento programmatico denso di cifre e stilato nel rispetto di aride regole contabili validate a livello internazionale, che il premier è riuscito a trasformare in una ventata di ottimismo

Crisi dell'euro, su come ci si è arrivati non è ancora detta l'ultima parola

Oggi, come ogni lunedì, su Radio Radicale è andata in onda "Oikonomia", la mia pillola settimanale di economia. A Parigi si è appena conclusa una tre giorni di seminari tra economisti, filosofi, imprenditori e operatori della finanza

Foto Sinn

Grecia e Ucraina. Il "bivio esistenziale per l'Europa" secondo il finanziere George Soros

Soros sceglie l'Opera di Parigi per un incontro a porte chiuse nel quale dire la sua sul Vecchio continente. Tra aperture inattese alla Merkel e rassegnazione su Atene.

George Soros

Per accedere all'area riservata